Archivio per la categoria ‘Social Network’

Della serie meglio tardi che mai, “surfando” su Youtube ho beccato il video: “Riders are Awesome 2011

Una raccolta adrenalinica dei migliori salti (moto, bici, skate, a piedi, ecc.) del 2011.

Godetevi questo mix di tecnica e follia! 😉


Se vi è piaciuto il genere, potete anche dare uno sguardo ai Miglior 10 salti “virali”.

Annunci

I campionati del mondo sono iniziati ormai da  una settimana, tutte le squadre hanno già giocato la loro prima partita e il passaggio alla fase successiva è ancora tutto da decidere.

Dopo il calendario mondiale della settimana scorsa del quotidiano sportivo spagnolo Marca, oggi volevo elencare qualche trucchetto in più o meglio, qualche curiosità in più sui Mondiali di Calcio di Sud Africa 2010.

@ Dekuwa

Ovviamente si parte dal sito ufficiale della Fifa dove si possono trovare informazioni interessanti su tutto quello che riguarda il mondiale: schede dei giocatori, delle squadre, informazioni sulle città ospitanti le partite, dettagli sugli stadi, statistiche e tanto altro ancora.

Se invece volete un contatto più diretto con i protagonisti mondiali allora bisogna ricorrere alla rete sociale Twitter.

Su Twitter infatti sono presenti vari account che vale la pena seguire:

  • 2010OC account ufficiale del comitato organizzatore;
  • 2010fans account ufficiale del governo Sudafricano dedicato ai mondiali;
  • ITA_WorldCupaccount dedicato agli azzurri (presenti account anche per tutte le altre squadre);
  • Ansa Mondiali 2010 tutte le notizie mondiali dell’ultim’ora.

Se proprio non vi basta e volete seguire ancor più da vicino i protagonisti del mondiale, potete dare uno sguardo agli account di:

  • Giorgio Chiellini account ufficiale del difensore azzurro;
  • RealKaka account del fuoriclasse verdeoro;
  • DiegoForlan7 account dell’attaccante dell’Atletico Madrid e della nazionale Uruguayana.
  • e tanti altri….basta cercare 😉

E dulcis in fundo, l’account della protagonista di tutte e dico tutte le partite dei mondiali….the_vuvuzela.

@ alvez

Questa piccola trombetta africana non si può certo dire che passi innosservata, difatti anche durante la visione in Tv delle partite può essere alquanto fastidioso il continuo e costante “tuuut” emmesso da questo strumento.

Se proprio non ne potete più, un trucchetto per eliminare il suono delle Vuvuzelas durante la visione c’è.

Se il televisore lo permette, basta abbassare dall’equalizzatore la frequenza di 300Hz; ossia la frequenza che dovrebbe essere raggiunta dalle trombette sudafricane. In questo modo il “fastidioso ronzio” dovrebbe sparire lasciando inalterati gli altri suoni. (Se interessano altri trucchetti per eliminare il suono delle vuvuzelas potete dare uno sguardo qui).

Ma se volete andare oltre la visione in Tv e non perdervi neanche una notizia sui mondiali di calcio anche durante la navigazione in rete, allora potete ricorrere ai grandi motori di ricerca Yahoo e Google.

Il primo attraverso il download di un Yahoo! Toolbar personalizzato in cui è possibile scegliere anche il colore della nazionale preferita; il secondo attraverso l’utilizzo del famosissimo Google Earth, con cui è possibile (attraverso l’installazione di un semplice plug-in anche utilizzando le maps di Google) entrare letteralmente all’interno di tutti gli stadi della Coppa del Mondo 2010.

Sotto uno scorcio di Città del Capo e del Green Point Stadium, lo stadio ospitante la prima partita degli azzurri.

Se invece siete dei veri e propri assetati di calcio e non volete perdervi nemmeno una partita, allora non dovete far altro che seguirle tutte in Streaming.

Personalmente vi consiglio le pagine web Rojadirecta.com e Channelsurfing.net.

La prima ha una più vasta scelta di canali di ogni singolo evento, visionabili sia liberamente e sia attraverso l’utilizzo di software specifici (come ad esempio Sopcast o TvuPlayer); la seconda invece ha meno scelta ma se si è fortunati una qualità video decisamente superiore.

Manca qualcosa?

Per qualsiasi precisazione, dimenticanza o suggerimento basta lasciare un breve commento. 😉

 

Spulciando tra i miei video preferiti di Youtube ho ritrovato questo video di qualche tempo fa sui “10 più grandi e migliori salti di sempre”.

Anche se circola sul web da un pò, la viralità del video è sempre garantita vista la follia dei vari protagonisti.

Il salto in prima posizione è davvero pazzia allo stato puro a tal punto da dubitare per un attimo della veridicità della follia compiuta, però il mio favorito rimane decisamente il secondo.

Dopo aver visto il video, qual’è il vostro preferito?

Buona visione!

 

Giorno per giorno sempre di più si sente parlare: di come i Social Network stiano entrando nelle nostre vite e dei vari cambiamenti che quest’ultimi stanno portando all’interno della nostra società.

Vuoi o non vuoi, per attrarre sempre più consumatori i “Social” vengono utilizzati più o meno prepotentemente in tutti (o quasi) i settori commerciali.

Il Turismo senza dubbio è uno di questi.

Nel vecchio continente c’è chi sta compiendo i primi timidi passi a riguardo: Francia, Finlandia, Belgio, Repubblica Ceca (Italia non pervenuto); al contrario nel nuovo mondo c’è chi invece, come la Pennsylvania si trova decisamente avanti.

Lo stato americano difatti oltre ai vari Facebook, Twitter, Youtube, Flickr è da poco sbarcata, seguendo la tendenza social del momento, con una propria pagina personale su Foursquare.

@ nan palmero

A chi sfuggisse il funzionamento di Foursquare potete trovare una esaustiva spiegazione qui.

La pagina ufficiale della Pennsylvania ha creato tre nuovi “badges” per il proprio Stato: Luoghi di ristorazione, negozi e siti d’interesse storico; accompagnati da altri siti complementari sulla pagina stessa di VisitPa dove si possono trovare consigli e informazioni sui differenti luoghi da visitare.

Il gioco Social all’interno di Foursquare e la mancanza attuale di concorrenti turistici sul Social Network (e di concorrenti veri e propri del SN stesso) sembranno dare alla scommesa della Pennsylvania un carattere momentaneamente vincente.

Con questa azione di marketing, tra gli obiettivi del paese statunitense c’è sicuramente quello di spingere il turista a trattenersi per maggior tempo sul proprio territorio; sfruttando l’elemento ludico dell’accumulo punti per raggiungere il tanto “desiderato”, da parte degli utenti, status di Mayor.

Secondo voi funzionerà?

Trovato: qui