Archivio per la categoria ‘Youtube’

Dopo l’acquisizione della chiocciolina (@) da parte del Momà di New York, un altro simbolo dell’era digitale o meglio i prodotti di un simbolo dell’era digitale, vengono acquisiti da un museo di arte contemporanea newyorkino.

Al Guggenheim di New York è nata la prima biennale di video creativi griffata Youtube.

YoutubePlay, così il nome del “concorso”, nasce dalla collaborazione proprio tra Youtube e il museo della grande mela. Grazie a questo contest nell’arco di un anno sono stati raccolti oltre ventimila video provenienti da 90 paesi differenti.

Un vero e proprio Melting Pot digitale da cui sono stati selezionati dalla giuria le venticinque “opere” vincitrici che sono state proiettate sulle pareti del museo dal 22 al 24 ottobre.

Di seguito qualche video tra i miei preferiti presenti alla biennale. Se vi va di guardare i 25 finalisti o gli altri video in concorso, li potete trovare qui.

Buona visione!

 

Annunci

Siete stati mai beccati da un autovelox?

Spero per voi di no visti gli importi delle multe. In tutti i modi ho scoperto qualche tempo fa su youtube un autovelox di ultima generazione “efficace e non lesivo” per il proprio portafoglio.

L’idea è di un gruppo di ragazzi spagnoli, precisamente galiziani, che durante un carnevale hanno avuto l’idea semplice e geniale di questo pratico strumento per ridurre la velocità di auto e moto.

Vista la fantasia ispanica, non oso pensare cosa gli sia venuto in mente durante i festeggiamenti mondiali per la Spagna campione del mondo.

Buon divertimento! 🙂

 

A volte non c’è bisogno di essere un astronauta giapponese o far parte di un costosissimo progetto della NASA per ottenere delle foto dello spazio decisamente spettacolari.

È il caso di Colin Rich, fotografo californiano che con tanta fantasia e una piccola spesa ha ottenuto immagini spaziali incredibili.

Un pallone aerostatico gonfiato a Elio, una cassa contenitore costruita artigianalmente e due fotocamere digitali Canon; sono gli ingredienti del progetto Pacific Star II.

Con Il Pacific Star II il fotografo statunitense è riuscito ad ottenere foto da una altezza di 125.000 piedi, all’incirca 38km.

Dopo la costruzione della cassa, che ha resistito alla sorprendente temperatura di -51° C, Colin Rich ha modificato le due fotocamere (comprate su EBay per 45$) in modo tale che potessero scattare 3 foto ogni 3 minuti e registrare un video di 1 minuto ogni 4 minuti.

Il “volo” delle due macchinette digitali ha avuto una durata di 35 minuti tra ascesa e discesa.

L’atterraggio morbido, grazie all’utilizzo di un piccolo paracadute inserito nella cassa, è avvenuto all’interno di un vecchio Uliveto a 30km di distanza dal luogo di lancio.

Il facile recupero è stato possibile grazie al sistema Gps presente all’interno della cassa.

Ingenioso, no?! Godetevi il video! 😉

 

Spulciando tra i miei video preferiti di Youtube ho ritrovato questo video di qualche tempo fa sui “10 più grandi e migliori salti di sempre”.

Anche se circola sul web da un pò, la viralità del video è sempre garantita vista la follia dei vari protagonisti.

Il salto in prima posizione è davvero pazzia allo stato puro a tal punto da dubitare per un attimo della veridicità della follia compiuta, però il mio favorito rimane decisamente il secondo.

Dopo aver visto il video, qual’è il vostro preferito?

Buona visione!