Posts contrassegnato dai tag ‘Il ponte di Mosè’

Nel 17° secolo nella regione olandese del West Brabant Water Line vennerò costruiti una serie di fossati e fortezze come protezione dalle invasioni francesi e spagnole. La fortezza Fort de Roovere ad esempio fu circondata da un fossato poco profondo per essere attraversato con navi, ma abbastanza profondo da non essere attraversato a piedi.

Recentemente la fortezza ha aperto i battenti ai turisti, ma invece di costruire un classico ponte rialzato, gli architetti di RO&AD hanno avuto la brillante idea di realizzare il Sunken Bridge; un “ponte” che permette al visitatore il raggiungimento della fortezza attraverso una sorta di trincea quasi completamente immersa nell’acqua.

Il ponte di Mosè, come è stato sopranominato, da lontano è praticamente invisibile ad occhio nudo. Difatti il flusso dell’acqua sembra rimanere allo stesso livello senza nessun tipo d’interruzione.

Il legname Accoya utilizzato per la costruzione, attraverso una modifica della sua composizione e senza utlizzo di agenti chimici, garantisce una resistenza al deterioramento causato da agenti atmosferici e parassiti.

Nel 2011 l’inusuale costruzione ha anche ricevuto il premio “Building of the year” da parte del Royal Institute of Dutch Architets.

Annunci